Wondy ovvero come si diventa supereroi…

Letto tutto d’un fiato… Meravigliosa donna!!! Mi sono rivista in tanti momenti del suo percorso, siamo dure, dure come muri.

wondy

Scheda Libro da http://rizzoli.rcslibri.corriere.it/libro/7093_wondy_del_rosso_francesca.html

Una Wonder Woman in borghese: non indossa le culotte con le stelle o il top rosso, eppure la protagonista di questo libro a volte si sente proprio così. Come la supereroina, lotta contro le avversità della vita armata di autoironia e tenta in ogni modo di andare avanti – crescere i suoi bambini di due e quattro anni, non allontanarsi dall’amato marito Ken e vedere le amiche di sempre – mentre affronta il tumore al seno. Ma i “sassolini”, come li chiama per Attilino e la Iena, le portano anche una nuova terza misura di reggipetto. E Wondy è bravissima a vedere il bicchiere mezzo pieno, così, senza poter dimenticare i continui controlli, la chemio e i mesi passati sul divano, non perde l’occasione per sdrammatizzare e vedere il lato positivo. Con la valigia pronta per un nuovo viaggio e il pc sempre acceso, impara che il tempo è prezioso (e poco), che i veri amici si riconoscono subito – ti invitano a sessioni di shopping o preparano cene prelibate con consegna a domicilio – che l’affetto incrollabile dei figli è il nostro carburante migliore; insomma che vale la pena combattere al massimo per tenersi stretto ciò che si ama. E allora, senza capelli le feste in maschera e parrucca vengono meglio, se hai già la nausea puoi concederti infinite corse sulle montagne russe con tua sorella e, se non hai appetito ma il sushi lo mangi, ne approfitti per uscire più spesso a cena… Francesca Del Rosso racconta una storia, la sua, che commuove e appassiona, ricordandoci come ogni donna abbia dentro un potere nascosto, grazie al quale sa capovolgere i momenti bui e riportare intorno a sé una dose inattesa di forza e vitalità.

Il Sito dell’Autrice: http://francescadelrosso.it/

The Scar Project, gli scatti duri di David Jay

Il fotografo di moda David Jay ha creato il progetto “The Scar Project“, in mostra a Houston (Texas) per tutto il mese di ottobre  che come sappiamo è dedicato alla prevenzione. Gli scatti sono stati raccolti in  6 anni, fotografie di più di 100 donne, dai 18 ai 35 anni, con un cancro al seno.

Afferma David Jay:“Accettare ciò che la vita ci offre. Tutta la bellezza e la sofferenza, con grazia, coraggio, empatia, comprensione. In fin dei conti, The SCAR Project non si occupa solo di cancro al seno ma della condizione umana in sè. Le immagini vogliono trascendere la malattia, illuminare le cicatrici che ci uniscono”.

GUARDA LA GALLERY 

Ma guarda un pò che vigliacco

Ma guarda un pò che vigliacco

Ma guarda un pò che vigliacco – Copertina

Ne avevo 30 quando ho scoperto di avere il cancro… Eh, un cancro, si,  una parolaccia che fa male solo a pronunciarla, fa male solo a pensarla, eppure , questo soggetto, agiva indisturbato nel mio seno…e senza chiedere il permesso! Ma guarda un po’!!! Che vigliacco!

Acquista una copia del libro:  Ma guarda un pò che vigliacco – Riflessioni di una guerriera in rosa

Le prime recensioni…

recensioni

 

Revisione Semestrale…parte 2

Martedì 24 settembre vado a visita dall’oncologo…

In questi giorni sto facendo i vari esami… La revisione come le macchine tanto per capirci, il tagliando, olio, gomme, freni…

Fatta scintigrafia ossea il 4 settembre che è andata benissimo.
Stamattina ho fatto Rx Torace anche se sono super raffreddata e con tosse (domani sera ritiro i risultati), stasera alle 19.00 ho fatto eco mammaria con cavi ascellari, eco addome ed  eco pelvica…tutto perfetto…almeno oggi posso dire…fiuùùùùùùùùùùùùùùù.

Domani mattina analisi del sangue più marcatori… e dovrei aver concluso…

Ho comunque un’ansia pazzesca lo stesso. Odio questi giorni, cerco tanto di non pensare al trauma subito, ma quando arriva il periodo dei controlli, la mente ripesca dal passato il maledetto mostro… Grrrr!!!

breast-cancer-ribbon

Revisione semestrale…parte 1

Lo stress accumulato in pochi giorni è davvero tanto, a volte sembra davvero di vivere di sei mesi in sei mesi…

Ma i controlli vanno fatti, per una sicurezza personale, per non abbassare mai la guardia, ma anche per dire che la medicina va avanti è io sono stata curata e guarita!!!

Quando però si avvicina il periodo della revisione…l’ansia sale ed è difficile controllarla…“Come un’ombra hai rubato tutti i miei sogni…Vorrei tenerti fuori dalla mia vita…sei una ferita costantemente aperta, un cattivo pensiero che mi tortura, si, sei la mia piu’ grande paura!!! Ma la vita è mia e non ti permetterò più di sfiorarla!!!Domani, e nei giorni che verranno avrò solo la conferma che tu non ci sei e non ci sarai più!!!” Una mia riflessione scritta tempo fa…

Oggi è andata meravigliosamente bene…Sono andata ad Avellino alla Città Ospedaliera, per fare la scintigrafia e anche se mancano alcuni esami da fare per completare il quadro semestrale…oggi mi godo la normalità…

breast-cancer-ribbon

DURE COME MURI Forum

DURE COME MURI Forum // Piccolo spazio per donne che hanno avuto una diagnosi di cancro al seno. Perchè parlare aiuta!

Dure Come Muri // Forum

Oggi mi sento di segnalare questo interessantissimo forum di donne operate al seno…

Nel periodo della malattia, in cerca di notizie sul cancro, un giorno ho trovato per caso questo posto, questa “famiglia” di persone meravigliose che mi hanno accolta e coccolata nei mesi delle terapie, dell’intervento e tutt’ora…

Parlare con chi ha vissuto o vive questa situazione aiuta tanto, ed è importante non tenersi dentro tutto il dolore, la rabbia, la paura, la disperazione…

woman