Silent Hill

…uno degli ultimi film visti in DVD, davvero molto bello…

da Wikipedia

Silent Hill è un film del  2006 diretto da Christophe Gans.

La pellicola, tratta dalla celebre saga di videogiochi horror Silent Hill, è uscita in Italia nel 2006. La storia, seppure in parte diversa, trae essenzialmente origine da quella del primo capitolo della serie.

Trama

Rose  e suo marito, Christopher Da Silva, sono preoccupati per la loro figlia adottiva, Sharon, che sta vivendo incubi ed episodi di sonnambulismo. Durante questi episodi, Sharon ripete sempre il nome di una città, “Silent Hill“. Alla disperata ricerca di risposte, Rose prende Sharon e parte verso Silent Hill. Quando si avvicinano alla città, è inseguita da un poliziotto, Cybil Bennet. Una figura appare in mezzo alla strada e Rose, per evitarla, sterza bruscamente, ha un incidente e perde conoscenza. Quando lei si risveglia, Sharon è scomparsa, e intorno a lei c’è solamente una fitta nebbia, mentre della cenere cade in continuazione dal cielo.

Rose vaga per le strade deserte di Silent Hill in cerca di sua figlia ma, dopo aver udito delle sirene anti-bombardamento, l’intera città piomba nell’oscurità totale e Rose fa il suo primo incontro con dei mostri orribili, che tentano di ucciderla nelle maniere più crudeli. Poi, misteriosamente, svaniscono. Successivamente, Rose scopre che la strada che porta fuori città è interrotta da una voragine, e quindi è intrappolata a Silent Hill. Presso il precipizio incontra una donna di nome Dahlia Gillespie, che parla di cose terribili subite da sua figlia, Alessa e sostiene che Sharon è Alessa. Rose torna alla sua auto, ma arriva Cybil, che la ammanetta. Nel frattempo, anche Christopher scandaglia simultaneamente la grigia città, completamente disabitata e senza nebbia e cenere in caduta, con l’assistenza dell’ufficiale Thomas Gucci, cresciuto nella città. Christopher scopre i documenti che dimostrano che la città è stata abbandonata dopo che un violento incendio scoppiò nel sottosuolo, trent’anni prima. Nei rapporti di polizia scopre una fotografia della figlia di Dahlia, che ha una fortissima somiglianza con Sharon. Gucci intima a Chistopher di andarsene e lasciare le indagini a chi di dovere.

Rose e Cybil incontrano una donna di nome Anna, che li conduce alla chiesa del paese per rifugiarsi. Quando si avvicinano al palazzo, la città ripiomba nell’oscurità e Anna viene orribilmente uccisa da Pyramid Head, uno dei mostri che popolano la città. Nella chiesa, Rose e Cybil scoprono una setta, guidata da una donna di nome Christabella. Questa sostiene che solo il diavolo sappia dove si trova Sharon. Dopo aver convinto Christabella ad aiutarla a trovare il demone, dal quale i cittadini fuggono da anni, Rose e Cybil si dirigono all’ospedale della città. Christabella, però, scopre la somiglianza tra Sharon e Alessa e condanna Rose e Cybil di essere delle streghe, così il Culto decide di metterle al rogo. Cybil dopo un combattimento viene catturata dai cittadini e bruciata viva, Rose invece riesce a scappare e a scendere nel seminterrato dell’ospedale. Lì Rose incontra Alessa, completamente ricoperta di ustioni in un letto d’ospedale, assistita a vita da un’infermiera sfigurata.

Parte così un flashback. Rose scopre che Silent Hill aveva una lunga storia di roghi alle streghe, come imponeva il loro culto. Trent’anni prima dell’arrivo di Rose, Alessa era stata stigmatizzata per essere nata fuori dal matrimonio da parte di un padre sconosciuto. Veniva costantemente presa in giro dai suoi compagni di scuola, aizzati dagli adulti, ed era vittima di continui atti di bullismo. Alessa è stata inoltre violentata dal bidello della scuola, Colin (Roberto Campanella) mentre cercava di nascondersi dai suoi compagni. Dahlia ha accettato il suggerimento di Christabella, che le permetteva di “restaurare l’innocenza” di sua figlia. Quando non le è stato consentito di seguire il rito, Dahlia si è resa conto che intendevano uccidere Alessa e corse dalla polizia. Alessa venne messa al rogo e bruciata, ma nel bel mezzo del rituale, una catena che reggeva la pira su cui era coricata la vittima si ruppe, facendo rovesciare l’enorme calderone incandescente, causando l’incendio che obbligherà gli abitanti della città a fuggire. Quando la polizia arrivò e l’agente Gucci mise in salvo Alessa, quest’ultima era ancora viva ma era coperta di ustioni di terzo grado. Nella sua stanza di ospedale, Alessa non riuscì più a contenere il suo odio e la sua rabbia. Tutto questo odio, attrae il diavolo, che decide di entrare in contatto con la ragazzina e le propone un patto, se si fosse unita a lui, avrebbe potuto vendicarsi contro chi le aveva procurato tutto quel dolore. Così la sua anima si divise in due, liberando la sua parte più oscura (Dark Alessa). Insieme a lei Alessa creò la dimensione alternativa in cui tutti i cittadini di Silent Hill finirono per punizione. Rose scopre che Sharon è la parte “buona” dell’anima di Alessa. Dopo il flashback, Alessa e il diavolo chiedono a Rose di aiutarla a vendicarsi aiutandola ad entrare nella chiesa, e Rose accetta.

Rose entra nella chiesa dopo che Cybil è stata bruciata a morte dai cittadini, e Sharon è in procinto di subire la stessa sorte. Christabella si confronta con il culto, tentando di convincerlo che si trovano alla fine delle proprie sofferenze. Christabella pugnala Rose, così dalla ferita fuoriesce del sangue che gocciola sul pavimento della chiesa. Il sangue apre un portale, attraverso il quale Alessa esce fuori ed inizia ad uccidere barbaramente Christabella e gli abitanti con dei viticci di filo spinato, lasciando indenni Dahlia, Rose e Sharon.

Mentre si consuma la vendetta di Alessa, il diavolo riesce a unirsi a Sharon a insaputa di Rose. Finito il massacro, madre e figlia tornano a casa. Rose e Sharon sono infatti ancora intrappolate nella dimensione alternativa e a Rose è destinato il compito di assistere per il resto della vita la piccola Sharon, proprio come fu per l’infermiera con Alessa.

Un pensiero su “Silent Hill

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...